improvvisazione

John Stevens, batterista inglese

“Ci sono momenti in cui il gruppo opera bene davvero, in cui noi sappiamo che sta venendo fuori un ottimo pezzo di musica. E questo........."

è bellissimo. Ma non è il vero obbiettivo a cui si tende. Quello che cerchiamo è la libertà. La libertà di ascoltare e di suonare. Partecipare, e essere coinvolti a fondo in quello che si fa, è forse uno degli obbiettivi principali della libera improvvisazione. Non si tratta di arrivare a dare un prodotto finito, anche se la possibilità di questo esito può benissimo essere presa in considerazione; si tratta invece di come diventare parte di un collettivo, ed è un processo che può portare in molte e diverse direzioni. Quando ho cominciato con la libera improvvisazione non avevo compreso come essa fosse vasta, e che viaggio lungo sarebbe stato. E nemmeno avevo compreso come potesse essere una continua fonte di ispirazione”.