improvvisazione

Da "L’improvvisazione, sua natura e pratica in musica" di Derek Bailey, chitarrista Inglese.

La capacità di improvvisare non può essere imposta e dipende in primo luogo dalla conoscenza,........."

basata su una completa familiarità, del contesto musicale in cui si improvvisa o in cui si intende farlo. Più si conosce il contesto più si sviluppa, d’altro canto, l’abilità di improvvisare. L’importante è avere un obiettivo, da individuare anche intuitivamente, verso cui tendere con tanta forza da rischiare la mania...
La maggior parte dei musicisti impara a improvvisare accidentalmente; osservando gli incidenti che accadono o sbagliando e discutendo gli errori. Questo metodo ha una sua naturale proprietà, una corrispondenza spontanea tra improvvisazione ed empirismo. Imparare l’improvvisazione è cosa empirica; non esiste un aspetto del problema esclusivamente teorico. Si apprendono, e si comprendono, i modi in cui opera l’improvvisazione attraverso i fallimenti e i successi cui si va incontro nel tentativo di praticarla.