scheda

PICCOLE MERAVIGLIE 
quando i bambini diventano performer.
musica e danza per/con i bambini e la famiglia.

PICCOLE MERAVIGLIEAperto ai bambini da 0 - 10 anni e ai loro genitori

Piccole Meraviglie è un progetto dell’associazione culturale Takla Improvising Group, attiva sul territorio milanese dal 1998 che organizza dal 2000 diverse attività a sostegno della diffusione della pratica dell’improvvisazione di musica, danza, teatro e arti visive, tra cui il Festival Pulsi, col sostegno della Provincia di Milano e il patrocinio del comune e della regione.
Il progetto nasce dal successo avuto a novembre con la performance Wonderland dedicata ai bambini, un progetto olandese che ha coinvolto 100 bambini e 5 performer internazionali.
Piccole meraviglie è la versione  made in Italy del progetto olandese e ha inaugurato il 12 febbraio 2011 negli spazi della Triennale Bovisa, che l’associazione dal 2010 ha a disposizione nell’ambito del progetto triennale Takla Making Arts, selezionato dalla Fondazione Cariplo all’interno del Bando Etre- esperienze teatrali in residenza-
Si tratta di una performance di danza e musica dal vivo rivolta a bambini e genitori con l’interazione dei bambini. Più che una performance per i bambini si deve parlare di una performance con i bambini e offre loro una meravigliosa avventura teatrale. È un’esperienza speciale anche per i genitori che li accompagnano che assistono alla trasformazione dei bambini da spettatori a performer.
La performance dura circa 40/45 minuti e prevede un primo momento in cui i bambini sono solo spettatori ed una seconda parte in cui bambini diventano performer. L’ingresso nello spazio scenico ai bambini è condotto dai performer che , attraverso piccole strategie, coinvolgono i bimbi più “desiderosi” di entrare in gioco. Tutto avviene attraverso la comunicazione non verbale e i bambini, una volta in scena, diventano veri e propri corpi scenici, dialogando con i performer, comunicando con loro.

GUARDA I VIDEO

Piccole Meraviglie 12 febbraio 2011 Triennale Bovisa Milano

laboratorio di calligrafia giapponese con H. Nakajima

Piccole meraviglie 28 maggio 2011 Triennale Bovisa Milano


Per le trasferte fuori Milano, il format proposto è un trio o un quintetto.

I format e gli artisti proposti non sono predeterminati, ma si possono comporre a seconda delle necessità tecniche ed economiche di chi ci ospita.


Hanno partecipato alla performance gli artisti:

Cristina Negro (danza)
Filippo Monico (batteria)
Silvia Urbani (danza)
Hiroyuki Nakajima (pittura)
Antonello Cassinotti (attore)
Paola Lattanzi (danza)
Paola Giuliante (fisarmonica)
Beppe Scardino (sax)
Claudia Caldarano (attrice/danzatrice)


SCHEDA TECNICA
Spazio  abbastanza grande per permettere lo svolgimento della performance con il pubblico disposto a semicerchio. Bambini e adulti dovranno essere sullo stesso livello dei performer. Pavimento in linoleum o legno o comunque liscio.
Non esiste un piano luci poiché lo spettacolo è improvvisato. Occorrerà una luce sulla batteria e una luce sulla fisarmonica più una situazione di piazzato luminoso e  possibilmente un piazzato con gelatine colorate. Se possibile un controluce. Nessun faro a terra per la una maggiore sicurezza.
Chi starà alle luci dovrà improvvisare con noi.

 

PROSSIMI APPUNTAMENTI:

  1. 30 aprile: Triennale Bovisa
  2. 15 maggio: “il Maggiolino” rassegna di teatro per l’infanzia –Teatro Pan- Lugano
  3. 28 e 29 maggio: Triennale Bovisa - Milano
  4. 11 settembre: Largo Paolo Grassi - Milano Film Festivalino - Milano
  5. 13 novembre: Teatro dell’Arte -Festival Pulsini- Milano
  6. 20 novembre: Triennale Bovisa -Festival Pulsini- Milano
  7. 22 gennaio 2012 Triennale Bovisa - Milano
  8. 29 gennaio 2012 Teatro Duni - Matera
  9. 12 febbraio 2012 Triennale Bovisa - Milano/Bloom Mezzago(MI)

 

BREVE CURRICULUM DEGLI ARTISTI

Cristina Negro (Milano, 1963)
Danzatrice, coreografa, formatrice. Laureata in Lettere Moderne. Formatasi in Italia e in Francia con Teri Weikel, Roberto Castello, Carolyn Carlson, Francoise e Dominique Dupuy. Dal 1998 collabora con l'Università degli Studi di Milano Bicocca all'interno della Facoltà di Scienze della Formazione. È vicepresidente dell'Associazione Culturale Takla Improvising Group finalizzata alla promozione e alla diffusione dell'improvvisazione tra le arti. Negli ultimi anni ha danzato e improvvisato, tra gli altri, con Peter Kowald, Barre Phillips, Julyen Hamilton, Wilbert de Joode, Roberto Masotti, Cristian Calcagnile, Giancarlo Locatelli, Edoardo Marraffa, Roberto Bellatalla, Federica Fracassi.

Filippo Monico (Milano, 1955)
Attivo dai primi anni 70, ha collaborato assiduamente con Guido Mazzon, Gaetano Liguori, Giorgio Gaslini, Massimo Urbani, Danilo Terenzi, Paolino Della Porta, e numerosi altri musicisti partecipando a concerti e registrazioni tra gli altri con Enrico Rava, Paul Rutherford, Lester Bowie, Don Cherry, Steve Lacy, Evan Parker. Ha realizzato una ventina di pubblicazioni registrate con diverse formazioni musicali. Collabora a spettacoli di Teatro Danza con le coreografe Susanna Beltrami e Adriana Borriello e di Teatro con i registi Elio De Capitani, Renzo Martinelli, Giorgio Barberio Corsetti e con il Teatro Filodrammatici di Milano. Negli ultimi anni si sta dedicando all'improvvisazione sia radicale che jazzistica spesso in dialogo con Danza, Pittura, Poesia, Teatro e Video. Ad esempio con il "Paolo Botti Quintet", con "Hilarity Workshop" di Steve Piccolo, con il gruppo "Unit" di Biggie Vinkeloe, e soprattutto in performances con i danzatori Julyen Hamilton, Giorgio Rossi e Alessandro Certini con Peter Kowald, Elliot Sharp, Wilbert De Joode. Guida il "Takla Jazz" (per il quale compone gli spunti tematici) e il gruppo multietnico "N.E.S.O."(4 percussionisti provenienti da Europa, Asia, Africa, America). Viene invitato dal poeta Giancarlo Majorino ad un incontro con la poesia di Biagio Cepollaro e Andrea Inglese intitolato "Solitudine e Comunanza".
Si occupa con Cristina Negro dell'Associazione "TAKLA IMPROVISING" nata nel 1998 per la diffusione dell'arte dell'improvvisazione e attiva nell'organizzazione di seminari, riflessioni, concerti, rassegne e festival per adulti, giovani e bambini.

Silvia Urbani
Studia danza classica, moderna e contemporanea e dal 1999 rivolge la sua attenzione alla ricerca e sperimentazione corporea. Intraprende un intenso percorso di ricerca e pratica personale su presenza fisica, movimento poetico e composizione istantanea, come strumento di creazione e di indagine profonda della persona. Lavora come danzatrice freelance in diversi progetti indipendenti in Italia e all’estero.

Hiroyuki Nakajima
Calligrafo e artista visivo, nei suoi lavori si occupa di pittura astratta. Si esibisce in performance improvvisate, influenzate dalla pratica del Tai Chi per mostrare l’atto e il segno.

Antonello Cassinotti
È attore e performer e membro fondatore de IL GRUPPO TEALTRO e delleAli.
È stato componente attivo nel collettivo UNIT diretto dalla sassofonista Biggi Winkeloe.
Ha collaborato con il Centro d’arte per l’infanzia e l’adolescenza di Asti.
Realizza installazioni in cui agisce in prima persona e letture di poesia sonora, sia come interprete sia come autore. Partecipa a numerosi eventi legati all’improvvisazione in iterazione con danza, pittura, musica e video.Svolge attività di insegnamento.
Esplora con particolare passione il mondo dei suoni e nello specifico della voce attraverso il corpo/strumento.
Lo stimolo di partenza di ogni nuovo lavoro è dettato, a volte da un immaginario visivo, a volte sonoro e in altre occasioni legato alle pratiche del movimento.
Nel complesso è comunque teso a elaborare atti performativi che possano definirsi SONORI, dove il gesto, l’oggetto, la luce e tutta la macchina scenica rispondano ad una sorta di composizione.
Si riconosce nelle pratiche Fluxus.

Paola Lattanzi
Si perfeziona all’estero e consegue nel 2002 il Diploma in Coreografia,Composizione ed improvvisazione presso la “Amsterdam hogescool voor de  Kunsten” (SNDO The netherlands). Il suo primo lavoro viene presentato ad Amsterdam IT’s festival nel 2003 da
allora si dedica alla coreografia e alla formazione,portando i suoi lavori in diversi festival (Romaeuropa/Roma, Insoliti/Torino, Ammutinamenti/Ravenna,The Place/London) e promovendo seminari e corsi.
Dal 2007 è direttrice della sezione danza del Laboratorio Teatro Orvieto. Collabora con coreografi e registi tra cui Enzo Cosimi, Alessandro Certini, TPO company.

Paola Giuliante
Attrice, clown e musicista fisarmonicista.
Attiva dagli anni 80 con esperienze all’interno Odin Theatre.
Specializzata in azioni performative e teatrali per e con i bambini utilizzando a l’apporto della musica e della voce.

Beppe Scardino
Sassofonista baritono, clarinettista basso e compositore. Membro di diversi collettivi e gruppi musicali. La musica è un linguaggio come altri, che richiede attenzione e competenza, ma anche e soprattutto richiede che si abbia qualcosa da dire. Qualcosa che non è detto stia dentro la musica, perché questa non è tutto, non esaurisce il mondo.

Claudia Caldarano
Attrice, danzatrice e coreografa. Diplomata “attrice” alla Scuola Civica d’Arte Drammatica “Paolo Grassi” di Milano, studia danza classica con MishaVan Hoecke, con la quale poi frequenta un Corso professionale di specializzazione in assistente coreografo.

Piccole Meraviglie è ideato dall'Associazione Culturale Takla Improvising Group.
E' realizzato con il sostegno di: Fondazione Cariplo / progetto Etre (Esperienze Teatrali di residenza)